Underground Bodybuilding Militia

CAMPIONATO ITALIANO ESORDIENTI AINBB 2016

 

 

Comincio con il ringraziare davvero tutti coloro i quali ci hanno supportato con il loro affetto ed il loro tifo in questo percorso: per i ragazzi è stato importante sentire il vostro calore e questo li ha spronati a fare bene. Un ringraziamento sentito va anche alla AINBB che ha messo in piedi una gara su un palcoscenico tra i più belli e prestigiosi d’Italia: un’emozione in più per chi lo ha calcato lo scorso week end.

Sono stati mesi di preparazione molto duri per i ragazzi e, man mano che il giorno della gara si avvicinava, la tensione cresceva e con questa le mie aspettative e le mie richieste nei loro confronti. E’andata bene, molto bene a dire il vero, ma i bei risultati conseguiti lasciano ora il posto alle nuove sfide a venire per chi di loro continuerà questo percorso. Questa gara bolognese ha dato loro la consapevolezza che nessuna competizione è facile e che, quando meno te lo aspetti, possono emergere problematiche impreviste e situazioni che richiedono capacità decisionale immediata.

Quattro persone diverse, di sesso diverso, quattro categorie differenti e quattro preparazioni completamente diverse, ma tutte accumunate da determinazione e concentrazione sull’obiettivo. Io non sono un estremista dell’individualizzazione ostentata, ma quando le situazioni lo richiedono si deve cucire addosso ad ogni persona la programmazione più adatta, ferma restando l’assoluta soggettività dei piani alimentari che non possono che essere differenti. Quattro atleti, da quattro diverse zone d’Italia molto lontane tra loro che si sono trovate unite da una passione e dalla consapevolezza di essere parte di un gruppo, di un progetto, di un’idea di cultura corporis. Sono fiero delle persone prima ancora che degli atleti che ho portato sul palco e la mia più grande soddisfazione è l’aver dato un piccolo contributo alla loro formazione personale e caratteriale.

Aldo è un ragazzo giovanissimo di soli vent’anni che ha dimostrato la serietà e concentrazione di un adulto: sempre rispettoso e preciso nel fare ciò che gli chiedevo. Ha dovuto rivedere il suo concetto di alimentazione e ha lasciato da parte l’orgoglio dei numeri sulla bilancia, ma lo ha fatto con gioia e passione.

Mattia è una persona molto timida ed introversa, provata dalla vita e con le responsabilità della propria famiglia: è una persona che parla pochissimo, un gran lavoratore dentro e soprattutto fuori dalla palestra. Si è fidato ciecamente di me e delle mie decisioni mettendo da parte le incertezze che affioravano nel suo io interiore ed il vederlo mettersi in discussione ed aprirsi al mondo è stata la mia più grande emozione e soddisfazione personale.

Mario è un’altra persona molto schiva, visceralmente legata a Marco, il suo gemello, con cui ha iniziato questo percorso e con cui condivide ogni aspetto della sua vita e delle sue passioni. Marco ha dovuto mollare la presa nel corso degli ultimi mesi a causa di alcune noie fisiche, problemi ai denti e tatuagi vari da finire: per Mario non è stata certo una scelta facile la decisione di andare in gara e, fino all’ultimo, ho dubitato anch’io avesse la determinazione di andare fino in fondo senza accontentarsi del ‘fisico da spiaggia’. E’ salito sul palco senza Marco e lo ha fatto con cognizione e presenza di palco.

Milena oramai è un’agonista navigata che per questa preparazione è stata totalmente affiancata dal suo compagno Daniele il quale è a sua volta seguito da me e con cui sono stato sempre in contatto. Ha gareggiato con donne 10 anni più giovani di lei ed ha tenuto il palco in maniera egregia. Non l’ho mai vista nè sentita lamentarsi di un piazzamento perchè per lei il palco è una passione e non una schiavitù.

Sono fiero di tutti loro, ognuno/a mi ha dato emozioni e soddisfazioni che ripagano ampiamente il lavoro da me profuso e lo stress accumulato.

Per alcuni trainer si tratta solo di business, io le gare e le preparazioni di chiunque seguo le vivo di pancia, visceralmente, le sento nel sangue e non sono disposto a tradire la fiducia di chi crede ed investe su di me. Sono un incontentabile perfezionista che sorride a questo recente passato e guarda ottimista al prossimo futuro.

Chiudiamo quindi questa parentesi del Campionato Italiano Esordienti e The Best Natural Show AINBB con un palmares notevole che sarà da stimolo per i progetti futuri a venire agonistici e non.

ALDO CAMPIONE ITALIANO ESORDIENTI CAT. JUNIORES

MATTIA CAMPIONE ITALIANO ESORDIENTI CAT. HP-6

MATTIA CAMPIONE ITALIANO ESORDIENTI CAT. -75 KG

MARIO 2° CLASSIFICATO CAMPIONATO ITALIANO ESORDIENTI CAT. MEN PHYSIQUE (Cat. Unica)

MILENA 2° CLASSIFICATA BIKINI OVER 35 THE BEST NATURAL SHOW

ALDO 2° CLASSIFICATO JUNIORES UNDER 25 THE BEST NATURAL SHOW

Grazie ancora a tutti.

COACH

 

Have your say