Underground Bodybuilding Militia

pt_vs_is2

Differenze tra Istruttore di Sala e Personal Trainer

 

Gli assistenti di sala ed i personal trainers, esercitano due professioni profondamente differenti anche se, durante la giornata lavorativa, spesso si identificano nella stessa persona, alternando i due ruoli per scelta.

 

Differenze-tra-istruttore-di-sala-e-personal-trainer-Team-UBM Differenze tra Istruttore di Sala e Personal Trainer

 

Chi è il Personal Trainer

Il personal trainer è il professionista del settore fitness. Dedica i suoi servizi in maniera esclusiva a chi li richieda ed appronta un programma di allenamento altamente individualizzato, volto al conseguimento di un obiettivo identificato in sede di check-up iniziale, elaborato sulla base di test e misurazioni che egli stesso effettua.

Il personal trainer è una figura altamente formata, non necessariamente laureata, con precisi obblighi di aggiornamento costante.

Il personal training, ovvero il rapporto esclusivo tra professionista e cliente, è quindi un servizio extra rispetto al costo dell’abbonamento del centro fitness frequentato e comporta un esborso di denaro, da parte del cliente che voglia fruirne.

 

 

Chi è l’assistente di sala e differenze con il PT

L’assistente di sala, invece, è una persona non necessariamente professionista e/o formata che dedica le proprie attenzioni, in maniera indifferenziata, a tutte le persone presenti nella sala attrezzi od al corso che egli tiene.

Ha il ruolo di assicurare una corretta operatività di sala e di approntare dei programmi generalizzati che siano fruibili autonomamente dai singoli clienti, senza che essi corrano il rischio di farsi del male.

Gli assistenti di sala vengono retribuiti dal centro fitness, per offrire un servizio di gestione della sala e di assistenza generica ed orientamento a tutti gli iscritti del centro. I personal trainers vengono pagati dal singolo cliente per ricevere un trattamento esclusivo, cucito sulle proprie esigenze ed individualità.

I personal trainers, inoltre, sono dei lavoratori autonomi che devono emettere regolare fattura ad ogni singolo cliente ed avere una regolare posizione aperta presso l’Agenzia delle Entrate (solitamente con codice ATECO 85.51.00, ndr.).

Il personal trainer si configura, quindi, come una figura necessaria per chi ha provato ad allenarsi da solo o senza assistenza e non ha ottenuto i risultati sperati o che si era prefissato di ottenere.

 

 

Conclusioni

Mettersi nelle mani di un professionista del settore, significa operare sulla base di test, misurazioni e dati scientifici oggettivi, traendo il massimo dai propri allenamenti. Infatti è stato scientificamente dimostrato[1] che essere seguiti da un personal Trainer, produce più risultati anche a parità di programmazione, rispetto all’allenamento autogestito.

Il passaggio dall’approccio generico ed indifferenziato a quello individuale e scientifico, permette al cliente di ottenere un più elevato livello di wellness, massimizzando gli sforzi profusi.

“Non esiste il programma perfetto, non esiste l’esercizio perfetto, esistono solo il cliente ed il professionista che lo segue” (Busin et al., 2004)


[1] J. Strength. Cond. Res. 2010 Mar;24(3):639-43. “Influence of supervision ratio on muscle adaptations to resistance training in non trained subjects.”

Have your say